Di tutto e di più. Per la tua comunicazione.

La tua attività ha bisogno di una svolta. Non affidarti più a chi fa siti web ma non ha idea di cosa sia grafica e strategia di comunicazione. Non affidarti più a chi ha solo esperienza nel campo della comunicazione visiva, ma non ha la più pallida idea di che cosa vuol dire comunicare attraverso il web e i new media. MediaRevolution ti dà la soluzione completa. Tutto ciò che cerchi, senza fronzoli.  E chiavi in mano.

E se vuoi fare da te, fallo bene.

1. Fai scelte tipografiche appropriate

La chiarezza di un testo passa anche per le scelte tipografiche. Un font lineare, una impaginazione senza troppi svolazzi, colori, grassetti e corsivi messi a caso fa di qualsiasi testo, da un pulsante a un articolo, un testo leggibile e, di conseguenza, una comunicazione visiva efficace.

2. Dosa bene i colori

Vale a dire, utilizza i colori con moderazione. Non più di 5 in un singolo layout, secondo Visage.com – ma ti confesso che io mi limiterei a tre, massimo quattro, per non creare un effetto Arlecchino che è fortemente sminuente dal punto di vista estetico e, soprattutto, da quello della chiarezza del messaggio. Se poi si riesce a lavorare sulle tonalità invece che su colori, tanto meglio.

3. Non utilizzare iconografie fantasiose

Questo punto è facilmente spiegabile. Dal punto di vista della comunicazoine visiva, l’iconografia ha un valore strategico: quello di comunicare immediatamente e trasversalmente un messaggio. Un simbolo, di fatto, è come un’ideogramma: dovrebbe poter essere immediatamente convertito in parole, anche in assenza di una codifica ufficiale. Il carrello della spesa identifica, nel linguaggio dell’e-commerce, l’elenco degli articoli che si è scelto di acquistare; una casetta vorrà senza meno collegare la pagina che stiamo scorrendo alla Home Page di un sito web. Non possiamo sostituire il carrello con il disegno di uno shopper stilizzato: semplicemente, non è comprensibile, confonde, non funziona perché non comunica in modo pertinente.

4. Evidenzia con semplicità

Dicevo al punto 1 che è sbagliatissimo utilizzare i grassetti in modo casuale. Lo stesso vale evidentemente per le evidenziazioni, che devono essere utilizzate in modo sporadico per avere l’effetto che vogliamo ottenere. L’eleganza, ancora una volta, fa rima con semplicità.

 

5. Dai aria al tuo design

Gli americani chiamano Negative Space lo spazio vuoto che circonda un elemento visuale. Perché è importante? Perché – come diciamo invece in Italia – la nostra grafica ha bisogno di aria per emergere ed essere davvero efficace nel comunicare i concetti che intendiamo trasmettere. Infarcire di pieni un layout significa limitare significativamente la visibilità di ogni elemento, e risulterà quindi controproducente dal punto di vista della comunicazione visiva.

6. Illustrazioni: istruzioni per l’uso

Ovvero: usiamole il meno possibile. Soprattutto, usiamole solo se servono davvero a migliorare la chiarezza dei contenuti che intendiamo trasmettere.

7. Progetta un layout organizzato

Un layout ha una funzione specifica: deve guidare l’occhio del fruitore dei nostri contenuti lungo un percorso organizzato. Questo consiglio, come del resto quasi tutti gli altri insegnamenti della nostra infografica, ha un valore universale, che trascende la sfera del web design per essere valido ovunque ci sia una comunicazione visiva per testi e immagini, dal libro illustrato al Direct Mailing. Il lettore (il cliente, il destinatario della comunicazione in generale) dev’essere guidato lungo un percorso, in modo che questo si concluda esattamente dove vogliamo noi. Né più, né meno. A questo scopo, la pulizia del layout e l’ordine in cui organizziamo i nostri contenuti testuali e visuali è fondamentale.

8. Cura la visualizzazione dei dati

Quando si visualizza un insieme di dati in un grafico, lo si fa per uno scopo preciso: rendere più facile la comparazione tra essi. Il tipo di grafico (a torta, istogramma, linea continua o spezzata ecc.) quindi non dovrà essere scelto a caso, ma dovrà rispondere a un requisito preciso: dovrà consentire al lettore di comparare con facilità le grandezze che intendiamo mettere in evidenza.

9. Sii accurato nella rappresentazione dei dati

Capisci bene allora che è fondamentale anche un’altra proprietà nella rappresentazione grafica dei dati: l’accuratezza. Se una barra rappresenta un valore doppio rispetto alla barra precedente, allora dovrà essere alta il doppio. L’accuratezza è importante, perché è essenziale per favorire la comparazione tra dati differenti. Anche l’estetica è importante, ma viene dopo.

10. Fai tutto con semplicità

Mi pare che “semplicità” sia la parola chiave che ha caratterizzato tutto il post. Semplicità vuol dire anche evitare ogni orpello che non sia strettamente funzionale alla comunicazione visiva stessa.